Emozione finale: Monza Milano da brivido!

Ciao a tutti,

non ci posso credere…sono arrivata all’ultima tappa, la 21esima: Monza-Milano.

Ieri sera, tornando, quando ho visto il cartello Milano avevo un po’ il magone. In questi venti giorni ho visto città diverse, paesaggi diversi, ho incontrato tante persone, ho condiviso parole, pensieri, sentito un calore nuovo. E’ strano ora pensare che da settimana prossima tutto questo non ci sarà più.

Comunque alla fine posso proprio dirlo: il sogno da sempre nel cassetto SI PUO’ FARE!

Quando entro in casa Alice (la mia gattina) mi accoglie miagolando, sembra voglia darmi il benvenuto, l’abbraccio, mi è mancata tantissimo.

Cammino in trans per tutta la casa, è come se avessi ricevuto una botta in testa..sono rintronata. Preparo al rallentatore tutte le cose per il giorno dopo, purtroppo le previsioni sono orribili, diluvio! E’ incredibile, in nessuna tappa ho trovato pioggia, proprio all’ultima doveva arrivare?

Sono un po’ agitata, non riesco a mangiare; decido di concentrarmi su altro, leggo. In realtà non riesco, le pagine scappano via senza riuscire a dar loro un senso; metto a posto una delle tre valigie, muovermi mi aiuta a non pensare. Finalmente è ora di andare a letto, prendo la melatonina. ma faccio comunque fatica ad addormentarmi.. Trascorro una notte turbolenta, alle 5 mi sveglio…basta non riesco più a riaddormentarmi.

Alle 6 mi alzo: frequenza cardiaca, Eutirox, doccia e colazione abbondante…ho fame è un buon segno. Alle sette sono già pronta, e inizio a urlare: “andiamo, forza, siamo in ritardo!”, Cecilia mi guarda assonnata e mi chiede se c’è qualche problema…forse sono un po’nervosa. Però si può anche capire, non posso arrivare in ritardo alla mia ultima tappa!

In tangenziale piove fortissimo, Marcello guarda insistente, ogni due minuti, il meteo sul telefonino come se potesse cambiare qualcosa, è più agitato di me!

Forti e liberi! Parcheggiamo.Vinicio e Vilma (sua moglie) sono già arrivati, non avevo alcun dubbio. Mi chiedono come sto, se sono pronta: “certo!” rispondo, “non vedo l’ora!”. Arriva Gianluca con il padre e un amico che correrà con me. C’è poca gente, forse sono dentro sulla pista di atletica dove mi allenavo da ragazza. Eccoli in lontananza: vedo Luca Barzaghi, Achille Fecchio, e tanti altri…che emozione!

 

E’ da tanti anni che non li vedo, ci abbracciamo forte. Hanno preparato due gazebo vicini, per riparaci dalla pioggia. Comincia ad arrivare qualcuno: ecco la Franci, una mia cara amica, corro verso di lei, ci stringiamo. Mi è mancata, mi ha sostenuto tanto in questa mia avventura, oggi mi seguirà in bici. Bacio anche Marco il suo compagno.

Nel giro di 5 minuti arriva tantissima gente, non so più dove guardare. Si presentano anche Anna e Luisa, correvano con me da ragazze..quanti ricordi, il mio cuore scoppia di gioia.

Finalmente ecco anche mamma e papà, li guardo, li abbraccio, li bacio. Ricomincia a piovere, fa anche freddino, tira un po’ d’aria. Ecco chi correrà con me: il mitico Ale, ha corso con me anche la prima tappa, è un grande atleta e soprattutto un amico; Andrea, il compagno di Veronica; Sandra, amica e grande donna; e infine un gruppo dell’Atletica Monza.

Il sindaco di Monza fa un discorso bellissimo. Prima di partire ringrazio con voce tremante tutte le persone presenti. Pronti, partenza e via… l’ultima volta, la ventunesima , una lacrima mi bagna il viso…faccio finta di niente,per fortuna piove!

Passiamo dalle vie della mia infanzia, in un attimo mi vengono in mente molte scene della mia vita, come se fosse un film, aiuto che impressione! All’Arengario c’è Ada, grazie! Siamo partiti un po’ forte la media dopo tre km è di 5,10, sorpassiamo Monza, e fino a Sesto Rondò rimaniamo soli senza la polizia municipale di Monza che si è fermata al confine.

Lungo il percorso ci sono i genitori di Gianluca che ci incitano e fanno le foto. Anna, Luisa, e gli atleti di Monza ci abbandonano, sono stati molto carini a partecipare.. Marcello sembra un pazzo, ogni tanto urla:”Milanooooooo…21 volte donna!!!”. Tutti lo guardano allibiti!

Siamo quasi al decimo, ecco Sesto Rondò, vedo qualcuno in lontananza…wow che bello si aggiungono altre persone: c’è Veronica, Clara, Ivan, Aldo, siamo quasi al completo…ora ho ancora più carica, sono quasi al massimo. Parliamo, ridiamo, mi dicono che mi trovano bene, sono contenta! Ogni tanto sbuca la macchina di Milani, un vecchio amico, mi sta facendo un vero film con tutte quelle riprese!

In ogni angolo si aggiunge una persona, i Podisti da Marte sono fantastici! Grazie Fabrizio per aver divulgato la notizia del mio arrivo e soprattutto per aver creduto in me!

Eccoci in Viale Papiniano, ci siamo quasi, mi giro indietro siamo tanti, tantissimi.

Porta Genova…c’è Elena, Paride, Corrado,Ghigo, Davide. Ogni persona che si aggiunge mi porta via una lacrima..sono felice, poche volte nella mia vita mi sono sentita così!!! Siamo in tanti, manca tutto il naviglio…ormai le gambe vanno da sole, mi sento leggera..nessuna fatica! Gli amici che corrono con me è come se mi sollevassero da terra…sento solo il mio cuore, pu pum, pu, pum!

A San Cristoforo c’è un matrimonio. e.ci osservano divertiti. Mancano poche falcate, ecco Cecilia, Filippo, Caterina e altri bambini..Sofia, Viola, Giacomo. Si aggiungono anche Tommaso, Maria, Leo,mio fratello.

Non riesco più a trattenermi…piango, di un pianto unico. Il ponte della Canottieri è colmo di gente…scorgo la Manu commossa, mia mamma, mio papà, l’assessore allo sport di Milano Chiara Bisconti… mancano pochi metri…entro in Canottieri…ci sono i remi alzati..che gioia! Che vita! Che amore!

Scoppia un applauso fortissimo…si avvicina il presidente della Canottieri Cesare Brugola per congratularsi. Mi scorrono davanti tanti volti commossi, abbraccio e bacio tutti, foto ovunque. Per qualche istante mi isolo, faccio fatica a stare in piedi dall’emozione…ho le vertigini, volo, mi sento trasportata nelle nuvole! Ci sono tutti, e anche qualcuno di più!

Ce l’ho fatta, il mio sogno si è realizzato!!!

 

Doccia veloce e poi mi raggiungono Veronica, Francesca e  Elena. Clara è dovuta scappare, è stata favolosa ha corso con me, grazie! Mancano purtroppo Paola e Federica, le altre mie amiche della corsa, ci chiamiamo per ridere le galline. Vi voglio bene!

Tutta profumata, raggiungo gli altri, mi stanno aspettando! Il presidente fa un bellissimo discorso, poi tocca a me..non mi escono le parole..non importa, voglio solo ringraziare tutti. Iniziando da Vinicio, Gianluca e Roberta i miei compagni di viaggio, tutti gli sponsor, tutti gli amici che mi sono stati vicino e hanno contribuito al mio progetto, tutti gli amici runners che hanno condiviso i km lungo tutta l’Italia, la Canottieri Milano, Ivan,  mio marito e tutta la mia famiglia.

Passo un paio d’ore ancora in paradiso, circondata da tantissimo affetto di tutti i presenti.

Torno verso casa ancora emozionata e frastornata.

Grazie, grazie davvero a tutti ancora una volta. Spero che anche chi non ha potuto fisicamente essere presente oggi, abbia, tramite queste poche righe, respirato e condiviso con me le emozioni che ho provato.

Un grande abbraccio e bacio a tutti.

A presto

Ivana